A Tommaso Manzo – Gol, punizioni, colpi di genio: il Poeta del calcio campano dice basta

Dopo oltre 300 gol in carriera e 25 stagioni in cui ha illuminato gli occhi di chi lo ha visto toccare il pallone, Tommaso Manzo dice basta. Gli scarpini che hanno fatto da involucro a piedi fatati verranno appesi al chiodo per porre fine ad una Carriera con la C maiuscola, vissuta regalando gioie e successi a tifoserie che mai dimenticheranno il calciatore e l’Uomo.

Ma partiamo dall’Uomo: dopo aver sposato il progetto Giugliano due estati fa, accettando il folle e meraviglioso piano di Salvatore Sestile, Manzo si è rimesso in gioco vincendo ancora una volta. Se la vittoria del campionato d’Eccellenza coi Tigrotti è stata l’ultima ciliegina su una torta costellata di successi, la stagione in Serie D coi gialloblù ha elevato ancor di più, sin dal primo secondo del ritiro toscano, la sua dimensione di uomo. Rimessosi in gioco in una categoria che ha dominato per anni, Manzo alla soglia dei 40 si è riaffermato non solo come sublime uomo spogliatoio ma anche come utilissima freccia nell’arco di Mister Agovino. E quindi regista, rifinitore, esterno d’attacco; tutto ciò che Tommaso ha fatto egregiamente, con la solita genialità, in una stagione che il Giugliano stava portando al termine nel migliore dei modi.

Il Manzo calciatore è stato sotto gli occhi di tutti: Tommaso ha segnato (in tutti i modi), inventato, fluttuato sul campo, scritto poesie col pallone tra i piedi, sognato, fatto sognare, vinto. Re di Bacoli, eroe di Monopoli, idolo in tutte le altre piazze che hanno avuto la fortuna di vederlo col 10 sulle spalle essere costantemente una spanna sopra tutti gli altri. Le sue punizioni resteranno nella memoria di tutti; un piede da ben altre categorie che è riuscito a dipingere arcobaleni da qualsiasi posizione e distanza.

L’ultima maglia indossata da una Leggenda del calcio campano sarà stata quella del Giugliano con la speranza di poter vedere in altre vesti l’estro e la competenza di Tommaso Manzo.

 

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.