ESCLUSIVA TGC – Tarascio: “Sapevo che ci saremmo salvati con largo anticipo. Agovino uno dei migliori”

ANTONIO TARASCIO GIUGLIANO / Leader tecnico e carismatico del Giugliano, Antonio Tarascio si sta confermando imprescindibile per i compagni e per l’allenatore Massimo Agovino. Raggiunto in esclusiva dai nostri microfoni, ecco le dichiarazioni del talentuoso centrocampista.

Antonio, in settimana abbiamo avuto modo di confrontarci con il mister che, per descrivere il vostro trend assolutamente positivo (una sconfitta nelle ultime undici partite, ndr) ha definito magica l’atmosfera che si respira in casa Giugliano. Da senatore del gruppo, cosa ti senti di dire in merito?

“Stiamo seguendo il tecnico per filo e per segno. C’è grande armonia, ci divertiamo e i frutti in partita si stanno vedendo, dato che mettiamo in pratica il lavoro svolto in settimana. Allenarsi con il sorriso sulle labbra non può che lasciar presagire cose positive come quelle che viviamo qui a Giugliano”.

Possiamo definirti senza alcun dubbio uno dei pilastri di questa squadra, perché l’hai vista competere e vincere in Eccellenza prima di affrontare, con merito, quest’avventura in Serie D. Dopo tanti mesi in cui hai difeso questi colori, ti va di commentare il percorso che si è fatto?

“Si sta facendo un percorso importante. Quella della scorsa stagione è stata una cavalcata impressionante, mentre nell’annata in corso stiamo facendo cose importanti. C’era qualcuno che, subito dopo il mercato di dicembre, pensava che il club fosse in procinto di sfasciarsi. Abbiamo dimostrato, invece, che con determinate mosse è stata trovata la quadratura del cerchio, ovviamente senza nulla togliere agli elementi che sono andati via.  Sono arrivati calciatori funzionali al credo tattico dell’allenatore. Il 4-3-1-2 ci sta dando grandi soddisfazioni, ci fa divertire e porta risultati. Siamo felicissimi, sia per come stiamo giocando che per l’andamento del campionato”.

Altro punto di cui abbiamo avuto discusso negli ultimi giorni è stato il raggiungimento della salvezza, vostro obiettivo di inizio stagione, raggiunto con largo anticipo. Questa è una domanda che ora può esserti fatta: c’è stato un momento preciso nell’annata in corso in cui hai esclamato: “Ci salveremo”?

“Non ho mai avuto dubbi circa il raggiungimento della salvezza, perché ero convinto e sicuro delle qualità della squadra, del tecnico e dei dirigenti. Sapevo che ci saremmo salvati con largo anticipo. Siamo calciatori che non amano cullarsi sui successi raggiunti, guardiamo sempre avanti. Non ci fermiamo, vogliamo divertirci e dare continuità al lavoro fatto. Vedremo cosa accadrà, vogliamo sfruttare nel miglior modo possibile il lavoro che portiamo avanti”.

La tua stagione è stata in netto crescendo. All’inizio qualche acciacco fisico ti ha limitato, ma da dicembre a oggi sei tornato insostituibile. Hai avuto questa sensazione di costante miglioramento?

“Ho subito infortuni che mi hanno tenuto fuori per diverse settimane, rientrare non è mai semplice. Te ne accorgi in allenamento, quando vuoi dare il massimo in vista della domenica ma non riesci a trovare subito la migliore condizione. È un percorso che richiede tempo e che ho gestito con serenità, ora sono contento di come vanno le cose”.

Come detto poc’anzi, hai avuto modo di vivere il Giugliano sia in Eccellenza che in Serie D. Sei stato, insieme ad altri tuoi compagni, il filo conduttore della crescita dei Tigrotti. Cosa ti hanno dato questa squadra e questa piazza sotto un aspetto tecnico e attitudinale?

“Sul piano tecnico/tattico posso dire che è un piacere poter beneficiare degli insegnamenti di Agovino, perché le sue conoscenze hanno pochi eguali. I suoi moduli, vuoi il 4-3-3, vuoi il 4-3-1-2, sono curati nei minimi dettagli. La mia esperienza tra Serie C e Serie D mi porta a dire ciò. Ha trasmesso tanto al gruppo, è uno dei migliori. Giugliano è una piazza che ti fa sentire importante. Un calciatore con le mie caratteristiche, in un simile cima e con certi stimoli, non abbassa mai la guardia. I giuglianesi sono il nostro dodicesimo uomo in campo, ci danno una carica impressionante”.

RIPRODUZIONE CONSENTITA PREVIA CITAZIONE DELLA FONTE

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.