Tempismo, eleganza e senso della posizione: il Giugliano si gode Gabi Colombatti

COLOMBATTI GIUGLIANO TEMPISMO – Se l’indisponibilità dell’indiscusso leader della difesa Rosario Di Girolamo ha un peso innegabile nell’economia del reparto del Giugliano, il recupero di Gabriel Colombatti è una delle notizie più liete giunte dalla vittoria casalinga sulla Cittanovese. Alla seconda apparizione ufficiale dopo l’infortunio di inizio stagione, il centrale argentino proveniente dal Fasano ha dimostrato una tenuta fisica, seppur perfettibile, già all’altezza del contesto del campionato di Serie B.

L’avvio arrembante degli ospiti e le difficoltà iniziali di Andrea Impagliazzo hanno costretto il calciatore classe ’90 a mettere in mostra sin dai primi approcci di gara tutto il proprio bagaglio. Sicurezza nelle giocate difensive e predisposizione alla conduzione palla al piede sono state caratteristiche fondamentali per infondere calma in una squadra che, sorpresa dalla complessità della partita, stava faticando a imporre il proprio credo e prendere il comando della manovra. Col passare dei minuti il giocatore ha fronteggiato diversi tipi di attacchi, palesando una sorprendente capacità nel trovare le soluzioni più efficaci ai problemi. Decisissimo nelle marcature e svelto a scegliere il tempo degli anticipi e degli intercetti, è stato in grado di leggere sia il gioco imperniato sulla ricerca degli spazi e della profondità proposto dai giallorossi nel primo tempo che l’alternativa più fisica rappresentata dalle due torri messe in campo nella ripresa.

Oltre alle qualità del ragazzo già elencate è impossibile non sottolineare anche la modalità con cui le manifesta. La pulizia dei movimenti, la tranquillità e il controllo nell’utilizzo del corpo sono aspetti fondamentali per l’autostima propria e del gruppo, che sa di poter contare su un compagno sicuro dei suoi mezzi. In attesa del miglior Impagliazzo, con cui l’intesa si potrà affinare maggiormente soltanto giocando tante gare al suo fianco, e del rientro di Di Girolamo, il Giugliano si gode un terzo centrale a cui sono bastati 90 minuti per convincere. Ciò testimonia la bontà del lavoro estivo della dirigenza e di quello giornaliero di mister Agovino. Gli attaccanti gialloblù devono ancora convincere in trasferta, ma il pacchetto arretrato è già il fiore all’occhiello della compagine campana.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.