Fava: “Non dimenticherò mai la finale. Sestile era unico, ha messo anima e cuore nel Giugliano”

Ad un anno esatto dalla storica promozione in Serie D del Giugliano l’allora capitano dei gialloblù, Dino Fava, ha ricordato quei momenti ai microfoni del Corriere del Pallone. Ecco le sue parole: “Sarà un ricordo indelebile. La scorsa è stata una stagione straordinaria, l’unico rammarico è per la finale di Coppa persa su un campo in cui era impossibile giocare – ha esordito così l’ex capitano gialloblu. Il nostro era un gruppo straordinario e credo che difficilmente si potrà trovare una squadra unita come a Giugliano, anche il presidente Salvatore Sestile era unico. Il giorno della finale di Castellammare di Stabia eravamo talmente carichi che avrei scommesso di tutto sulla nostra promozione. Dopo l’espulsione di D’Angelo ammetto che abbiamo avuto un po’ di paura, però la forza del gruppo ci ha fatto trarre il meglio da quella situazione ed infatti correvamo tutti il doppio. Il pubblico ha poi fatto la differenza, posso dire con tutta tranquillità che non lo trovi facilmente neanche in categorie superiori. Ho giocato in Serie A col Treviso e devo dire che non c’era una cornice di spettatori simile. Ricordo con piacere che dopo il mio gol tutti i ragazzi sono entrati in campo ad abbracciarmi e vedere tutte le persone sugli spalti a piangere di gioia fu un’emozione unica. Non dimenticherò mai quando a fine partite ci fu l’abbraccio col presidente che mi disse tre volte “grazie”. Parlandone adesso sento ancora un nodo in gola perché è stato qualcosa di straordinario. Mi sento di dire che il presidente Salvatore Sestile meritava ampiamente di vivere quei momenti di gioia, è una persona che ha messo anima e cuore in questa società”.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.