ESCLUSIVA TGC – Mango: “Mercato? Mancano pochi tasselli. Valutiamo diverse sedi per il ritiro”

FRANCO MANGO GIUGLIANO – Un direttore sportivo che, per caratura professionale e qualità umane, deve essere meritatamente considerato il faro del Giugliano. Franco Mango ha scritto pagine importanti nella storia del calcio campano (e non solo) e continua a recitare un ruolo da protagonista in una realtà importante come quella dei Tigrotti. Raggiunto in esclusiva dai nostri microfoni, ecco le parole del direttore sportivo dei gialloblu.

Direttore, un piacere risentirla. Il nuovo Giugliano prende forma: a che punto è la costruzione della squadra?

“Mancano pochi tasselli, avendo confermato il 90% della rosa della scorsa stagione. Alla luce delle nuove disposizioni in tema di under, ci stiamo muovendo per valutare qualche profilo 2002”.

Sono diversi i nomi accostati ai gialloblu, ovviamente in relazione alle richieste del tecnico. Seppur il calciomercato sia in continuo divenire, che tipologia di calciatori state cercando in questa fase?

“Non stiamo cercando un calciatore specifico in un determinato ruolo, bensì siamo vigili su più fronti per valutare profili in grado di alzare ulteriormente il tasso qualitativo di una rosa assolutamente valida. Al momento siamo maggiormente orientati sulla ricerca dei giovani 2002, come detto poc’anzi, seppur non bisogna dimenticare i giovani che, nella scorsa stagione, hanno fatto molto bene con la nostra Juniores”.

Come detto poc’anzi, bisognerà cercare il compromesso tra richieste e opportunità, dunque è difficile rispondere a ciò che le sto per chiedere, ma poniamo la domanda ugualmente: quale reparto crede che abbia bisogno di più accorgimenti?

“Dovremo fare qualcosina in attacco, tenendo comunque conto di quello che può essere considerato un nuovo acquisto, ovvero Ribeiro, che nella passata stagione era con noi ma non è stato mai utilizzato per un grave infortunio. Probabilmente sarà opportuno cercare un profilo che abbia caratteristiche diverse rispetto a quelle degli attaccanti presenti in rosa, in particolar modo in termini di fisicità. Considerando, inoltre, la mancata riconferma di Impagliazzo, è necessario un difensore centrale per completare il reparto”.

Come e quanto vi state confrontando lei e i restanti membri della dirigenza con il tecnico?

“Quotidianamente. Una delle nostre forze è quella di essere una società snella, ergo con poche figure: questo permette di confrontarci con la presenza di tutti, così da valutare nomi diversi a 360°. Ogni giorno facciamo il punto della situazione, è un continuo aggiornamento”.

Il Giugliano si è distinto da una buona parte del panorama dilettantistico campano per le attenzioni che avete riservato a temi quali il settore giovanile, le infrastrutture e i rapporti umani con i calciatori. Vorrei toccare proprio quest’ultimo punto: è stata creata un’ossatura importante, con elementi oramai presenti da diverse stagioni in questa piazza. Quant’è importante, per voi, poter condividere impressioni con gente del calibro di Di Girolamo, Tarascio, Caso Naturale, Carbonaro e diversi altri?

“È importantissimo, questa è una società che viene gestita con i principi di una famiglia. Ci confrontiamo con i calciatori su diversi temi, come ad esempio i profili che potrebbero approdare in questa piazza, perché è importante che ci sia la giusta sinergia tra tutte le componenti: società, dirigenti, staff tecnico e calciatori. Non c’è alcuna forma di distacco tra di noi, remiamo tutti nella stessa direzione”.

Si è fatto il nome di Raffaele Poziello: possiamo considerare la trattativa in dirittura d’arrivo?

“È una trattativa avviata da qualche settimana, siamo in dirittura d’arrivo, bisogna limare alcuni dettagli di natura economica, anche perché sotto l’aspetto tecnico non è necessaria alcun tipo di presentazione. È un profilo che cerchiamo da tempo, ma bisognava aspettare l’ufficialità della conclusione di ogni attività per la stagione da poco terminata. Raffaele è un giuglianese doc ed è un calciatore di prima fascia per la Serie D. Ha fatto bene ovunque è andato. Come dicevo, gli ultimi dettagli e arriverà la fumata bianca”.

Nei giorni scorsi si è parlato del ritiro: può darci aggiornamenti in tal senso?

“Ho visto un paio di sedi, ma non potevo muovermi ulteriormente senza sapere le date della nuova stagione, che ora sono arrivate. Le destinazioni che valutiamo al momento sono Roccaraso e Campitello Matese, ma non è da escludere che vi siano ulteriori possibilità, anche perché tutto dipenderà dalla disponibilità delle strutture in questione in relazione al periodo in cui dovremo soggiornare”.

RIPRODUZIONE CONSENTITA PREVIA CITAZIONE DELLA FONTE

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.