Tabù sfatato, ma non bisogna perdere la bussola: piedi per terra e continuare a lavorare

GIUGLIANO CALCIO – Calciatori, dirigenti e staff hanno sempre predicato calma e posto al centro del progetto la serenità, ma è inevitabile che la vittoria del Giugliano sul campo del Nola abbia definitivamente messo a tacere quella vocina che sottolineava come il rendimento esterno dei Tigrotti non fosse dei migliori. Come ribadito nelle scorse settimane, prestazioni alla mano la situazione era tutt’altro che instabile ma si sa, il calcio è uno sport che troppo spesso soffre di miopia e si cerca quindi nel risultato la risposta a ogni tipo di accusa.

Liccardo & co., nella giornata di ieri, hanno avuto la meglio al termine di una partita sofferta, in particolar modo nella ripresa. Il Nola è squadra ostica, con un allenatore preparato che propone un calcio interessante. La sfida tra i due tecnici ieri è stata più che gradevole. Il match ha offerto diversi spunti: il Giugliano nel primo quarto d’ora ha spesso cercato un calcio più verticale del solito, con l’obiettivo di scavalcare le linee di pressione dei padroni di casa, oltre a cercare la giocata alle spalle dei due centrali bianconeri. La risposta è arrivata nell’abbassamento dei nolani, che hanno così cercato di bloccare questo tipo di iniziativa da parte dei Tigrotti (senza riuscirci in occasione del gol di Caso Naturale). Nella ripresa la squadra di Esposito, vuoi per il risultato, vuoi per il fattore casa, ha nettamente alzato il baricentro e creato pericoli alla retroguardia di Agovino (la cui prestazione è stata sontuosa, come sottolineato), senza riuscire a trovare il pareggio.

Una partita, come dicevamo, ardua. Il Giugliano ha vinto, sfatando il tabù di cui tanto (forse troppo) si è detto. Adesso è fondamentale restare con i piedi per terra. La bussola non va persa, la classifica non va guardata oppure, quantomeno, non deve essere il viatico per sovraccaricare questi ragazzi di eccessive pressioni sicuramente nocive. Bisogna dargli la meritata possibilità di continuare a lavorare e divertirsi nel fare ciò che amano. Il Giugliano sta disputando un signor campionato, la strada è quella giusta: sin prisa pero sin pausa.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.