Doppio Fava e poker finale: Giugliano-Virtus Ottaviano termina 4-1

Giugliano Virtus Ottaviano – Per la sesta giornata di ritorno, il Giugliano ospita la Virtus Ottaviano. L’ultima settimana in casa gialloblù ha visto i tigrotti pareggiare in casa della capolista ed arrendersi ai calci di rigore in finale di Coppa Italia e le successive dimissioni di mister De Stefano. La prima occasione è per il Giugliano: solita giocata di Manzo che sull’out di sinistra che supera il diretto avversario e cerca col sinistro Caso Naturale che di testa non inquadra la porta. Ancora i padroni di casa che si rendono pericolosi qualche minuto dopo con Mennella che arriva al cross, l’azione si conclude con un nulla di fatto. Al minuto 11’ si sblocca il match con un gol pazzesco di Caso Naturale. L’azione parte da Manzo che con un morbido lob trova Caso Naturale che si coordina e in stile figurine Panini insacca con una fantastica sforbiciata. Al 20’ ancora il 10 del Giugliano che si rende pericoloso dai 20 metri con un tiro velenoso. La conclusione viene deviata in angolo da un Esposito non perfetto. Pochi minuti più tardi errore della difesa ospite che mette Fava davanti al portiere, il bomber però cerca l’assist che viene respinto dalla difesa avversaria. Al minuto 28 su azione da calcio piazzato conquistato ancora dal 10 del Giugliano dopo un’azione solitaria di livello assoluto. Lo stesso Tommaso Manzo si presenta sul punto di battuta e calcia forte verso il portiere, il primo ad arrivare è Dino Fava che di testa anticipa tutti e sigla il suo sedicesimo gol in campionato, che vale anche il 2-0 per i padroni di casa. Prima mezz’ora spettacolare di Manzo che dispensa calcio da vero leader. Al 39’ arriva anche il 3-0 ancora di Fava che sigla un gol degno del suo passato in Serie A. Imbeccato in area controlla il pallone in mezzo ai due centrali della Virtus, controlla doppiamente con la coscia e finta il tiro di destro spostando la palla sul mancino e mandando i due difensori dalla parte opposta. Il suo sinistro finisce chirurgico all’angolino alla sinistra di Esposito. Per lui sono 17 in campionato. Gli ospiti riaprono la partita al 43’ su azione da corner, sul quale si avventano tutti e il pallone carambola in porta sull’ultima deviazione di Borrelli. Inutile il tentativo di Mennella di salvare sulla linea. Il secondo tempo parte con Bacio Terracino al posto di Manzo. Al quinto minuto a cercare la via del gol è De Rosa, ma il suo tiro rasoterra viene respinto dall’estremo difensore avversario. Due minuti dopo il Giugliano rischia, ma sulla conclusione ravvicinata di Borrelli arriva l’intervento salva-risultato di Mola. Al 19’ Bacio Terracino manca di un soffio l’impatto con il pallone su un invitante cross di Liguori. Al 25’ Sardo prende il posto di Barone Lumaga. Ed è proprio il neo-entrato che, un minuto dopo il suo ingresso, trova la rete del 4-1 sugli sviluppi di un corner a favore dei Tigrotti. Altro cambio nel Giugliano: dentro Murolo, fuori Caso Naturale. I subentri quest’oggi entrano subito in partita, e difatti, al primo pallone toccato, proprio Murolo colpisce la traversa. Minuti anche per Fragiello, che prende il posto di un Fava indiscusso protagonista. Al 40’ il giovane D’Angelo permette a De Rosa di rifiatare. Occasione per Fragiello che, al 42’, sfiora il gol con un colpo di testa nato da un calcio d’angolo battuto dalla sinistra. Ancora il centravanti vicino alla rete, ma a tu per tu con Esposito non trova il tempo giusto per la conclusione. L’ultima occasione capita sui piedi di Bacio Terracino che, dopo esserci involato verso la porta avversaria, non trova l’angolo con il mancino. Il match termina quindi 4-1 per il Giugliano, che riparte al meglio dopo una settimana difficile.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.