ESCLUSIVA TGC – L. Sestile: “Tifosi, restiamo a casa. Insieme possiamo avere la meglio”

LUIGI SESTILE GIUGLIANO / In un periodo così complicato, il calcio (e lo sport) può e deve avere un ruolo importante. Distrarre pensando o ripercorrendo ai momenti vissuti nel recente passato sul rettangolo verde oppure, semplicemente, scambiare due chiacchiere calcistiche attraverso gli strumenti che la tecnologia ha messo a disposizione. Quando tutto questo finirà, torneremo ad assaporare il gusto della normalità, in campo e fuori. In attesa che ciò si concretizzi, abbiamo raggiunto in esclusiva Luigi Sestile, presidente del Giugliano, che ringraziamo per la proverbiale disponibilità in un momento dove la serenità è fortemente compromessa.

Presidente, qualche giorno fa ha lanciato un lodevole messaggio alla città di Giugliano, predicando calma in un periodo difficile. Dato l’importante ruolo che il Giugliano nelle vite dei cittadini, le va di ribadire con forza il concetto da lei espresso?

“Assolutamente sì. Va evidenziato come le cose siano cambiate, all’inizio di questo nefasto periodo abbiamo cercato di trasmettere serenità per evitare il diffondersi di panico e notizie non veritiere. Oggi, a malincuore, il tutto non si è arrestato. La cosa è seria e complicata, dobbiamo cercare di combattere questo avversario, per utilizzare un termine calcistico, che si sta dimostrando ostico. Sono convinto che possiamo avere la meglio, stando a casa e rispettando le direttive governative e sanitarie. È confortante apprendere le buone notizie che arrivano dalla Campania sul fronte medicinali, dunque uniamoci a chi sta combattendo in prima linea e aiutiamo queste persone restando a casa. Questo è ciò che mi sento di dire, in primis come cittadino italiano, poi come presidente del Giugliano”.

In questi giorni sarà sicuramente in contatto con la squadra e lo staff. Quanto vi manca la vostra quotidianità caratterizzata da calcio, sorrisi e aggregazione?

“Tantissimo, è inutile negarlo. I sorrisi e la leggerezza che lo sport può portare nelle nostre vite, specialmente in un periodo storico così complicato, ci mancano e non poco. Siamo costantemente in contatto attraverso gli strumenti a disposizione. Cerchiamo di mantenere il morale alto, trasmettendo positività. Ognuno si sta allenando da casa propria, ma è chiaro che alle volte è difficile contenere lo sconforto per tutto ciò che sta accadendo.”.

Cerchiamo, nei limiti del possibile, di portare un pizzico di serenità con una battuta: quanto starà soffrendo una persona e un professionista esplosivo con il mister? La squadra, in vista del rientro, è avvisata: si andrà al doppio dell’intensità.

“Il mister è una persona per l’appunto esplosiva, alle volte difficile da gestire. Sta soffrendo, così come tutti, ma ci sono persone che magari non hanno il suo carattere ma che accusano in misura uguale, se non superiore, questo periodo storico. Ognuno ha una propria sensibilità dinanzi a simili accadimenti”.

Abbiamo aperto con un messaggio, chiudiamo con un altro: vuole invitare la città di Giugliano a custodire gelosamente la passione verso il calcio, anche in momenti così complicati, in vista di un ritorno alla normalità che festeggeremo tutti insieme?

“Con piacere. Invito a cogliere un po’ di ottimismo attraverso lo sport. Ai tifosi del Giugliano dico di stare compatti, uniti e rispettare il più possibile le regole. Abbiamo lanciato un hashtag, ovvero #ilgiuglianorestaacasaperlavittoria, che rispetteremo in attesa che arrivino giorni migliori. Ora, come dicevo, è fondamentale contribuire all’importante lavoro fatto dalle persone competenti in materia sanitaria. Restiamo a casa per poi poter ritornare a esultare nel nostro De Cristofaro”.

RIPRODUZIONE CONSENTITA PREVIA CITAZIONE DELLA FONTE

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.