Aversa Normanna vs Giugliano, le pagelle: Fava, energia da ventenne. Manzo incanta

PAGELLE AVERSA NORMANNA GIUGLIANO – Termina la regular season del Giugliano, protagonista di una roboante vittoria in quel di Lusciano contro la malcapitata Aversa Normanna. Ecco le pagelle dei Tigrotti secondo la nostra redazione.

Mola 6 – L’Aversa Normanna trova un grande gol sul quale può poco (dal 54′ Riccio 6 – Torna in campo, è incolpevole in occasione dello sfortunato autogol di Carbonaro).

De Rosa 6.5 – L’abnegazione e la disciplina di questo calciatore meriterebbero elogi a profusione. Mezzala o terzino non fa differenza, trova la meritata gioia personale (dal 46′ Barone Lumaga 6 – Polmoni inesauribili a disposizione del Giugliano, quando chiamato in causa risponde sempre con prestazioni egregie).

Mennella 6.5 – La differenza di valori in campo è notevole, motivo per il quale il classe 2001 pensa maggiormente a offendere piuttosto che a difendere.

Carbonaro 6 – L’Aversa Normanna non desta eccessive preoccupazioni. Macchia la sua prestazione con un autogol fortuito ma inutile ai fini del risultato, con il Giugliano che aveva ampiamente messo in cassaforte il match.

Sardo 6 – Come da inizio stagione a questa parte dimostra grande duttilità, ma quest’oggi è poco impegnato dagli avversari. Preciso in fase di anticipo.

D’Angelo 6.5 – Solita fluidità e qualità nei movimenti, cerca la via del gol che purtroppo non arriva (dal 65′ Cecere 6.5 – Agovino getta nella mischia il giovane centrocampista ed ha ragione, in quanto i suoi spunti sono interessanti).

Tarascio 7 – È ovunque, come sempre. Meriterebbe una rete che purtroppo non arriva.

Liccardo 7 – Quando ha libertà diventa devastante. Crea e distribuisce gioco, è lui il fulcro della manovra del Giugliano.

Fava 9 – Una prestazione da nove per il nove gialloblu. Cinque gol, capocannoniere del Girone, un ventenne “cresciuto”. Mai domo, è devastante. Deve essere un esempio per i giovani calciatori.

Manzo 8 – Trova due reti che certificano la sua classe e importanza per questa squadra. La prima, in particolare, è una perla di rara bellezza, una perla alla Tommaso Manzo (dal 59′ Fragiello 6.5 – Tenta la giocata del campione con una rovesciata che termina a lato, ma poco dopo trova la prima rete con questa maglia. I compagni corrono in massa ad abbracciarlo, a testimonianza dell’importanza dell’uomo, prima del calciatore, all’interno dello spogliatoio).

Caso Naturale SV – Esce dopo appena quattro minuti per un infortunio dettato da un intervento scomposto di un avversario, l’augurio è che le sue condizioni siano già migliorate (dal 4′ Bacio Terracino 6.5 – Funambolico ma a secco, l’estrosa ala gialloblu non riesce a timbrare il cartellino).

Agovino 7.5 – Ogni partita nasconde insidie, ma quest’oggi il suo Giugliano liquida in pochi minuti una partita dove la differenza tecnica era enorme. Da elogiare l’assoluta concentrazione della squadra. La media punti parla per lui: il tecnico va elogiato senza esitazione.

 

 

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.