San Tommaso vs Giugliano, le pagelle: Mola decisivo, Micillo grintoso

Termina con un pareggio la sfida tra San Tommaso e Giugliano, valevole per la diciannovesima giornata del campionato di Serie D Girone I. Ecco le pagelle dei Tigrotti secondo la nostra redazione.

Mola 7 – Il suo intervento su Konate è tecnica abbinata ad istinto. Il clean sheet porta il nome dell’estremo difensore gialloblu.

Micillo 6.5 – La sua grinta è accompagnata da un ordine che lo rende importante indipendentemente dalla posizione occupata. Under solo all’anagrafe.

Di Girolamo 6 – La ricerca della palla lunga del San Tommaso, seppur sia stata una dinamica non caratterizzata da ritmi elevati, chiama spesso in causa i centrali del Giugliano, che rispondono presente e allontanano potenziali minacce.

Impagliazzo 6 – Stesso discorso appena fatto per Di Girolamo: le sue chiusure danno il solito, importante, contributo alla squadra.

Carbonaro 6+ – Sollecitato in particolar modo del primo tempo a contribuire alla prima costruzione, si fa apprezzare per partecipazione. Preciso quando tenta l’anticipo, nella ripresa è meno presente.

Liccardo 6 – Il voto è la sintesi dell’ottima prestazione nel primo tempo alla quale ha fatto seguito una ripresa in affanno. Il capitano del Giugliano imposta, smista palloni, prova da alzare il ritmo e gestisce il possesso quanto serve per portare fuori posizione i calciatori nel Giugliano. Come detto poc’anzi, però, nella seconda parte di gara la sua intensità cala e la squadra ne risente.

Tarascio 6+ – Imprescindibile in fase di rottura, manca il solito apporto in fase offensiva, dove un calciatore con una tale associazione tra corsa e tecnica avrebbe potuto creare seri problemi ad uno schieramento, quello del San Tommaso, costantemente propenso a indietreggiare.

Logoluso 6 – Pregevole nelle intenzioni, meno nell’esecuzione. Ha lampi di classe da categoria ben più alta, pecca però di incisività. Lavorando sui movimenti senza palla così da farsi trovare in posizione utile per attaccare l’ultima linea di pressing avversario, il Giugliano avrà una risorsa con pochi eguali (dal 67′ La Ferrara 5.5 – Esordio in campionato per il classe ’98, chiamato a contribuire con qualità ed esplosività per sbrogliare una partita complicata. Qualche imprecisione troppo per un calciatore che, caratteristiche alla mano, ha tutto per scrivere pagine importanti di questa stagione).

Del Prete 5.5 – Prestazione sottotono per il giovane centrocampista gialloblu, che non riesce ad entrare in partita ed è spesso costretto a rincorrere gli avversari (dal 46′ D’Angelo 6 – Soffre i primi minuti, ma alla distanza è l’unico, tra i centrocampisti, che cerca di creare la superiorità numerica attaccando la linea avversaria. La sua intelligenza calcistica deve, però, essere abbinata da una continuità atletica e ritmica che pare manchi).

Dublino 5.5 – Il suo impatto è positivo, mostra intraprendenza e tecnica. Con il passare dei minuti, però, esce dal gioco. Le qualità ci sono, servirà la dedizione opportuna per metterle in mostra.

Esposito 5.5 – Ha sulla testa il pallone del vantaggio ma il portiere avversario è superlativo su una conclusione abbastanza centrale. Fa a sportellate con gli avversari, eccezion fatta per l’occasione appena citata manca la sua presenza in fase offensiva (dall’85’ Manzo S.V. – Ingresso, il suo, per cercare la giocata decisiva negli ultimi minuti, ma i palloni giocabili per Tommaso sono pochi).

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.