LND, pres. Sibilia: “Proveremo fino allì’ultimo a chiudere il campionato di Serie D”

Cosimo Sibilia, presidente della Lega Nazionale Dilettanti, ha parlato quest’oggi ai microfoni di TMW Radio riguardo il futuro del campionato di Serie D con l’emergenza Coronavirus. Di seguito le sue dichiarazioni:

Riuscirete a riprendere?
“Ho detto sempre che sfrutteremo ogni possibilità, fino all’ultimo minuto, per tornare a giocare. Non sarà semplicissimo, se facciamo riferimento al protocollo FIGC anche le altre leghe hanno problemi, figuriamoci i dilettanti. Ma il ministro ha detto che voleva guardare avanti, ad un altro passo per la tutela sanitaria del nostro mondo. Siamo convinti che a breve avremo queste risposte. Sicuramente in questo ultimo mese ho dovuto più volte fare interventi per far capire che la LND tornerà ad essere protagonista quando ci sarà la tutela assoluta dei suoi partecipanti, e non parliamo solo dei calciatori”.

Come contenere il rischio del contagio?
“Confermo che anche nella riunione dell’altro giorno, specialisti e professori hanno detto che il rischio zero non esiste. I tempi li detta il virus, nessun altro: le nostre previsioni potrebbero essere smentite. Ci siamo confrontati, adesso aspettiamo. Ovvio che il protocollo ufficializzato presenta difficoltà per ogni lega, tra i dilettanti la possibilità di applicazione è scarsissima. Ma attendo con ansia i risultati della consultazione che ci sarà. Senza tutela sanitaria non saremo irresponsabili nel dire ai nostri calciatori che possano scendere in campo”.

Aiuti dalle leghe superiori?
“Abbiamo sempre cercato di essere parsimoniosi, e questo ci consente di essere ancora abbastanza tranquilli per la situazione economica, anche se reggerà ancora per poco. Il nostro mondo svolge un ruolo di formazione, sociale, di aggregazione e le nostre sono società che partono dalla Terza Categoria fino al Campionato Nazionale Dilettanti, riunendo intere comunità, che si va da 5-600 persone fino a centinaia di migliaia di abitanti come Palermo. Siamo lo specchio reale del paese, la vera fotografia. Non dispero. La LND è importante perché c’è il piccolo imprenditore, il commerciante, l’artigiano che se avrà 300 euro da mettere su una squadra di calcio, vorrà dire che il paese potrà ripartire. Dobbiamo ricominciare dalla base, non guardare solamente al vertice. E ne usciremo prima se tutti daranno un contributo per raggiungere l’obiettivo”.

FONTE: Tuttomercatoweb.com

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.